Università degli Studi dell'Insubria Insubria Space
 

InsubriaSPACE - Thesis PhD Repository >
Insubria Thesis Repository >
01 - Tesi di dottorato >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10277/792

Autori: Lazzari, Marina
Tutor interno: MINAZZI, FABIO
Titolo: Una filosofia del bene comune? Esercizi di descrizione fenomenologica.
Abstract: La sensibilità contemporanea, declinata soprattutto nel suo versante normativo, sta affrontando il bene comune intendendo valorizzarne l’integrità quale “risorsa primaria”, quale “bene” insostituibile per la sopravvivenza della condizione umana, oppure quale “cosa funzionale all’esercizio dei diritti” e, in generale, dell’“ambiente”. L’intenzione generale di questa ricerca è stata, invece, quella di provare a descrivere ciò che del bene comune è esperito prima di sua ogni assunzione di ordine concettuale, giuridica o comunque riferita ad un ambito disciplinare specifico, prima della sua stessa distinzione in beni comuni materiali o immateriali. Si tratta così, di confrontarsi con il bene comune a partire non da una teorizzazione pregressa, ma dalla descrizione della sua esperienza, spostando l’asse investigativo dall’esercizio della “costituzione” normativo-concettuale del bene comune alla “descrizione” di un’esperienza già in atto. Le voci filosofiche, che maggiormente sembrano aderire a questa richiesta descrittiva sono la lezione fenomenologica novecentesca di Edmund Husserl e di Martin Heidegger. A philosophy of the common good? Exercises of Phenomenological description The contemporary sensibility, declined above all in its normative side, is dealing with the common good, intending to enhance its integrity as a "primary resource", as an irreplaceable "good" for the survival of the human condition, or as "good functional for exercise of the rights” and, in general, for the “environment”. The general intention of this research was, instead, to try to describe how the common good is experienced before every conceptual, juridical assumption or in any case referring to a specific disciplinary area, before its own distinction in tangible or intangible common goods. It is thus, to confront with the common good starting not from a previous theorizing, but from the description of its experience, shifting the investigative axis from the exercise of the normative-conceptual "constitution" of the common good to the "description" of an already underway experience. The philosophical voices which most seem to adhere to this descriptive request, are the twentieth phenomenological lessons of Edmund Husserl and Martin Heidegger.
Parole chiave: Fenomenologia, bene comune
MIUR : M-FIL/01 FILOSOFIA TEORETICA
Data: 2018
Lingua: ita
Corso di dottorato: Diritto e scienze umane
Ciclo di dottorato: 29
Università di conseguimento titolo: Università degli Studi dell'Insubria
Citazione: Lazzari, M.Una filosofia del bene comune? Esercizi di descrizione fenomenologica. (Doctoral Thesis, Università degli Studi dell'Insubria, 2018).

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
PhD_Thesis_LazzariMarina_completa.pdftesto completo tesi2,51 MBAdobe PDFconsultabile a partire dal: 8/3/2019 Visualizza/apri

Questo documento è distribuito in accordo con Licenza Creative Commons
Creative Commons


Tutti i documenti archiviati in InsubriaSPACE sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  ICT Support, development & maintenance are provided by the AePIC team @ CILEA. Powered on DSpace Software.  Feedback